GLI SPECIALISTI DELLA MODA

I bilanci di esercizio sono sufficienti per valutare lo stato di solvibilità dei negozi multi-brand?

I bilanci escono una volta all’anno, ma il mondo della moda viaggia ad altre velocità: stagioni, collezioni, precollezioni, capsule-collection, riassortimenti, con più consegne nell’arco di un anno.
Fashion Bank, conscia del problema, ha ideato Modelli predittivi di Calcolo del Rischio specifici per il comparto Moda, basati su indici finanziari e commerciali (es. il livello dei punti vendita, i brand trattati, gli acquisti di settore…) individuati dalla nostra consolidata esperienza.
Continuamente indicizziamo e affiniamo i criteri determinanti per la individuazione del rischio di insolvenza, riducendo in maniera drastica le perdite dei nostri clienti, che ci rinnovano la fiducia da anni.

I bilanci di esercizio sono sufficienti per valutare lo stato di solvibilità dei negozi multi-brand?

I bilanci escono una volta all’anno, ma il mondo della moda viaggia ad altre velocità: stagioni, collezioni, precollezioni, capsule-collection, riassortimenti, con più consegne nell’arco di un anno.
Fashion Bank, conscia del problema, ha ideato Modelli predittivi di Calcolo del Rischio specifici per il comparto Moda, basati su indici finanziari e commerciali (es. il livello dei punti vendita, i brand trattati, gli acquisti di settore…) individuati dalla nostra consolidata esperienza.
Continuamente indicizziamo e affiniamo i criteri determinanti per la individuazione del rischio di insolvenza, riducendo in maniera drastica le perdite dei nostri clienti, che ci rinnovano la fiducia da anni.

 

Come valutare il rischio delle società di persone e ditte individuali?

In media il 70 % dei dettaglianti multi-brand in Italia è costituito in forma di società di persone e ditte individuali che non pubblicano bilanci. Fashion Bank ha creato un modello di calcolo del rischio che valuta in maniera affidabile il grado di solvibilità delle società non di capitali, capace di stimarne il volume dei ricavi e degli acquisti. Tutto ciò consente ai nostri clienti di lavorare in sicurezza ed eventualmente ampliare il bacino di clientela assicurabile dalle primarie compagnie assicurative internazionali.

Come valutare il rischio delle società di persone e ditte individuali?

In media il 70 % dei dettaglianti multi-brand in Italia è costituito in forma di società di persone e ditte individuali che non pubblicano bilanci. Fashion Bank ha creato un modello di calcolo del rischio che valuta in maniera affidabile il grado di solvibilità delle società non di capitali, capace di stimarne il volume dei ricavi e degli acquisti. Tutto ciò consente ai nostri clienti di lavorare in sicurezza ed eventualmente ampliare il bacino di clientela assicurabile dalle primarie compagnie assicurative internazionali.

Perché i protesti non sono più uno strumento efficace per la prevenzione delle insolvenze nella distribuzione Moda?

Nel 2012 è stato siglato un accordo rimasto in sordina tra i principali istituti di credito italiani , con il benestare della Banca d'Italia, finalizzato ad eliminare le procedure di protesto per gli assegni bancari. Il protocollo, pur se non vincolante, sta producendo i suoi effetti. Tale evidenza unitamente al fatto che è venuta a mancare la categoria dei "giranti" poichè le banche consegnano ai loro correntisti quasi esclusivamente carnet con moduli su cui è apposta la clausola di non trasferibilità (Legge 22.12.2011, n° 214), ha comportato che il protesto è divenuto sempre più desueto. Si pone un evidente problema di conoscibilità per i terzi della insolvenza dei soggetti che non onorano i titoli di credito, per questo motivo la piattaforma Fashion Bank ha ideato un sistema di condivisione tra i fruitori della stessa, che possono così sopperire alla assenza di informazioni istituzionali.

Perché i protesti non sono più uno strumento efficace per la prevenzione delle insolvenze nella distribuzione Moda?

Nel 2012 è stato siglato un accordo rimasto in sordina tra i principali istituti di credito italiani , con il benestare della Banca d'Italia, finalizzato ad eliminare le procedure di protesto per gli assegni bancari. Il protocollo, pur se non vincolante, sta producendo i suoi effetti. Tale evidenza unitamente al fatto che è venuta a mancare la categoria dei "giranti" poichè le banche consegnano ai loro correntisti quasi esclusivamente carnet con moduli su cui è apposta la clausola di non trasferibilità (Legge 22.12.2011, n° 214), ha comportato che il protesto è divenuto sempre più desueto. Si pone un evidente problema di conoscibilità per i terzi della insolvenza dei soggetti che non onorano i titoli di credito, per questo motivo la piattaforma Fashion Bank ha ideato un sistema di condivisione tra i fruitori della stessa, che possono così sopperire alla assenza di informazioni istituzionali.

 

Quanto è importante per i produttori moda conoscere i Brand competitor presenti nei punti vendita?

Generalmente per valutare l’affidabilità finanziaria di un soggetto si guarda al suo portafogli, ma nel caso dei negozi, il bilancio d’esercizio non è sufficiente. Nell’arco di un anno cambiano molte cose e non si può contare semplicemente sulla buona sorte, ma bisogna affidarsi a chi conosce le regole del gioco. Noi abbiamo capito che la valutazione commerciale dei punti vendita (vetrine, mq., zona città, personale, marchi..) è fondamentale per conoscere anche l’ affidabilità finanziaria dei negozi.

Quanto è importante per i produttori moda conoscere i Brand competitor presenti nei punti vendita?

Generalmente per valutare l’affidabilità finanziaria di un soggetto si guarda al suo portafogli, ma nel caso dei negozi, il bilancio d’esercizio non è sufficiente. Nell’arco di un anno cambiano molte cose e non si può contare semplicemente sulla buona sorte, ma bisogna affidarsi a chi conosce le regole del gioco. Noi abbiamo capito che la valutazione commerciale dei punti vendita (vetrine, mq., zona città, personale, marchi..) è fondamentale per conoscere anche l’ affidabilità finanziaria dei negozi.